«

»

Set 11 2017

Recensione: L’anti-Babele – Sulla mistica degli antichi e dei moderni

Un mistico lo si ascolta come certi gridi di uccelli, solo nel silenzio della notte: per questo molto spesso un mistico non ha una grande importanza per il suo ambiente chiassoso, ma soltanto dopo un certo tempo, nel silenzio della storia, per le anime a lui affini che stanno in ascolto (S. Kierkegaard, quaderno d’appunti del 1840).

Scarica qui la recensione: L’anti-Babele. Sulla mistica degli antichi e dei moderni.
CoverMistica

ALTRE RECENSIONI
Lucetta Scaraffia – Il Sole 24 Ore – 24 settembre 2017
Beatrice Iacopini – ALIAS – numero 37 – 24 settembre 2017